Gemelli telepatici

Copertina-di-2015-JPÈ appena uscito il numero del Journal of Parapsychology che porta la data dell’autunno del 2015. Contiene, tra l’altro, i sommari di tutti i principali discorsi e le relazioni presentate l’estate scorsa a Londra al congresso congiunto della Parapsychological Association (PA) e della Society for Psychical Research (SPR). Un’osservazione inevitabile è che numericamente la maggior parte delle presentazioni è stata a carico della PA, ma che qualitativamente i due tipi di contributi non si sono differenziati in maniera significativa. L’idea diffusa che l’indagine “scientifica” (PA) si occupi di tematiche sperimentali e materialiste, mentre quella privata (SPR) si interessi essenzialmente di sopravvivenza, medianità e teorie, non sembra per niente supportata dallo svolgimento di questo congresso.

Twins-2Comunque vorrei richiamare l’attenzione soprattutto su una serie di prove che si potrebbero chiamare di “correlazione telepatica tra gemelli”. Sulla base del fatto che i gemelli rappresentano delle “coppie naturali”, biologiche, alcuni ricercatori hanno provato a verificare se tra i componenti di ogni coppia di questo genere si producono davvero delle corrispondenze extrasensoriali con frequenze proporzionali all’intensità dell’attaccamento affettivo. All’interno di una sessione sperimentale di 4 minuti, uno dei due componenti di una coppia veniva esposto per 30 secondi a una particolare stimolazione sensoriale; dell’altro fratello, a distanza, veniva intanto registrato il parametro fisiologico della conduttività cutanea (che si modifica in base allo stato di riposo o di agitazione). Quattro coppie di gemelli identici sono state assoggettate a 5 prove, più altre 5 scambiando i ruoli, e “successo” è stato considerato ogni alterazione nella fisiologia del “ricevente” coincidente con la stimolazione del gemello “trasmittente”.

In 19 prove con risultati utilizzabili relative a solo 3 coppie gemellari, 4 volte si è avuto un successo. Malgrado lo scostamento dall’attesa casuale (2,375) il risultato non è significativo – troppo scarso il numero dei test per poter applicare le statistiche di significatività – e quindi potrebbe essere stato dovuto a circostanze casuali. Lo studio non ha dato dunque alcuna indicazione rispetto all’obiettivo prefissato, cioè il ruolo dell’“attaccamento” reciproco tra gemelli.

TwinsCiò che potrebbe essere indicativo di qualcosa di insolito, invece, è che 3 di quei 4 successi sono stati ottenuti con la stessa persona in funzione di “ricevente”. Può apparire poco consistente, eppure un risultato di questo tipo incoraggia a continuare la ricerca, nonostante non sia facile trovare persone adatte che accettino di sottoporsi ai test. Ci vorrà tempo, ma non è escluso che prima o poi leggeremo il seguito di questa indagine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...