Sfogliando il passato. I

LogoIl 19 aprile del 1968 venne costituito a Pavia il Centro Italiano di Studi Metapsichici, Cism, con sede in Corso Mazzini 6, che si poneva come fine statutario «lo studio, sperimentazione e divulgazione scientifica di tutte le forme che determinano manifestazioni paranormali nei fenomeni extrasensoriali, metapsichici e naturalistici». Più che di tutta la fenomenologia metapsichica allora nota, il Centro si interessò essenzialmente di radiestesia (pendolino) e di pranoterapia (guarigione psichica), a motivo delle asserite doti del suo presidente Renzo Montagna (1894-1978).

Renzo-Montagna

Montagna, circa 20 anni prima del periodo qui considerato

Generale a riposo già attivo nella seconda guerra mondiale, alto esponente del fascismo e aderente alla Repubblica Sociale di Salò, giudice al processo di Verona contro i gerarchi fascisti che avevano votato contro Mussolini il 25 luglio 1943, Montagna diceva di aver scoperto le sue abilità rabdomantiche individuando riserve sotterranee d’acqua durante la campagna d’Etiopia, e quelle radiestesiche e pranoterapeutiche una decina d’anni dopo la fine della guerra. Si era messo a praticare entro un ristretto circolo di conoscenti e amici, ma finito al centro di un articolo di Giuseppe Grazzini sulla diffusissima Epoca (15 giugno 1969) fu sommerso da talmente tante richieste di “intervento” da malati di ogni parte d’Italia, che pensò opportuno annunciare che da allora in avanti avrebbe limitato le sue «donazioni di energia» ai soli iscritti al Cism.

 

Il Comitato direttivo dell’Associazione era composto, oltre a Montagna, da Lucia Bergamaschi, Mario Fara Puggioni, Pier Mario Prunetti ed Eugenio G. Vaga. Di questi, solo Prunetti era medico; Vaga era un ragioniere autonominatosi erborista e Fara Puggioni un giornalista milanese che qualche anno dopo avrebbe tradotto un volume sulla radiestesia pubblicato da Ulrico Hoepli e ancora più tardi avrebbe collaborato a scoprire la vera data di nascita di Caravaggio. Per il Cism Fara Puggioni tenne conferenze pubbliche e la direzione del periodico ufficiale, denominato Natura e Vita – Metapsichica.

00-rivisteDella rivista – che sembra mancante e sconosciuta alle biblioteche pubbliche italiane, pur essendo stata regolarmente iscritta all’Albo dei periodici del Tribunale di Voghera – conservo quattro numeri, che coprono il periodo 30 novembre 1968-31 ottobre 1969; e ignoro se ne uscirono altri. In fascicoletti di 16 pagine più copertina, erano evidentemente destinati agli aderenti al Cism e non sono di grande qualità, né per i contenuti né per la forma editoriale. Montagna e Vaga pubblicarono alcuni scritti sul fenomeno della guarigione in rapporto alla pranoterapia e all’uso delle erbe, mentre Fara Puggioni e Prunetti si addentrarono nel campo della metapsichica, con articoli di respiro più o meno ampio su: una “seduta spiritica”, la “medicina bioradiante” di Racanelli, la “pittura medianica” (Prunetti); “metapsichica e quarta dimensione”, i “fenomeni misteriosi della psiche”, i “guaritori” (Fara Puggioni). Testi di un certo valore presentati sulle pagine della rivista sono stati l’articolo integrale di Grazzini su Epoca, e un’ampia sintesi della relazione tenuta a un congresso di parapsicologia a Campione d’Italia da Giuseppe Crosa, vicepresidente dell’Aism. Di nessun rilievo erano invece i contributi di Luigi Sempio, un medico di Milano qualificato anche professore (ma non sono riuscito a scoprire dove insegnasse), interessato soprattutto al connubio tra medicina e religione.

02-Natura-e-Vita-MetapsichicaNatura e Vita – Metapsichica ha avuto una scarsa, o per meglio dire nulla rilevanza nel panorama della pubblicistica parapsicologica italiana, così come del tutto marginale fu l’operato del Cism in rapporto alle attività parapsicologiche vere e proprie di quel periodo. Entrambe le iniziative, comunque, sono emblematiche della notevole vivacità che caratterizzò l’ambiente parapsicologico nazionale tra gli anni Cinquanta e Settanta del Novecento… al quale penso di dedicare qualche altra rassegna di questo genere, nell’intento di colmare un vuoto informativo che non ha una reale giustificazione storica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...