Esperimenti di micro-psicocinesi

Dopo aver tentato, alla fine dell’Ottocento, prove sperimentali di telepatia e chiaroveggenza con persone in stato alterato di coscienza, cioè per lo più addormentate o ipnotizzate, per quasi tutto il Novecento i parapsicologi hanno percorso la strada della piena consapevolezza, “lavorando” con collaboratori vigili, attenti e partecipi. E poiché chi si sottoponeva agli studi era sveglio e collaborativo, ciò ha rappresentato un concreto passo avanti rispetto alla fase precedente, in quanto sono state raccolte moltissime informazioni potenzialmente utili per effettuare varie correlazioni con i risultati conseguiti.

Nel campo della psicocinesi, che è comparso abbastanza tardi nella storia della parapsicologia sperimentale, si è avuto un percorso inverso rispetto a quello appena delineato per le manifestazioni “psi cognitive”, perché dapprima è stata tentata la via dell’indagine da svegli e soltanto dopo quella della sollecitazione di reazioni inconsce.

È a quest’ultimo ambito che appartiene un lavoro svolto recentemente da due psicologi dell’università di Monaco, che hanno strutturato un esperimento cercando di “sfruttare” le possibili reazioni emotive provate dai fumatori, ma non dai non fumatori, di fronte a fotografie contenenti sigarette accese.

In breve, i due hanno collegato a un generatore di numeri casuali un totale di 20 immagini, 10 con sigarette e 10 senza, che l’apparato avrebbe poi proposto su un monitor compiendo una selezione totalmente casuale. Poi hanno ottenuto la collaborazione di 254 partecipanti, 122 fumatori di sigarette, 132 non fumatori (o fumatori di pipa o altro), ai quali hanno chiesto di rimanersene tranquillamente seduti a fissare il monitor. Al centro dello schermo si sarebbero succedute 400 immagini, distanziate da brevi istanti di pausa (come rappresentato dallo schema qui accanto), finché sarebbe comparsa una scritta che avrebbe dato inizio alla seconda parte del test, consistente nella compilazione di alcuni questionari.

I ricercatori non hanno rivelato ai partecipanti lo scopo ultimo dell’esperimento: verificare se i fumatori erano in grado di alterare (per via inconscia) la casualità di uscita delle immagini sulla base del loro atteggiamento, di ansia o desiderio, nei riguardi delle sigarette. E i risultati son sembrati dar loro ragione, perché hanno fornito un’indicazione molto forte a favore di una selezione non-casuale delle immagini viste dai fumatori, rispetto alle sequenze assolutamente casuali delle figure osservate dai non fumatori.

Per rafforzare un simile riscontro, apparentemente indicativo di micro-psicocinesi (evidenza di anomalie in sistemi fisici atomici e subatomici: qui, il generatore di numeri casuali) i due psicologi hanno replicato l’intera procedura, procurandosi la partecipazione di 175 fumatori e di 220 non fumatori. Ma con delusione hanno visto, questa volta, svanire ogni risultato significativo, perché i computer hanno realizzato una selezione di immagini sicuramente casuale sia al cospetto dei fumatori che con i non fumatori. Un dato analogo a ciò che emerge combinando tra loro i risultati del primo e del secondo studio.

Correttamente allora, visto che la loro ipotesi di lavoro era confermare un effetto anomalo, i due terminano la propria comunicazione affermando che «per ora la conclusione sui risultati dei nostri studi è che non abbiamo alcuna indicazione di micro-psicocinesi». Tuttavia, non tutto è ancora perduto. Avendo ottenuto risultati positivi all’inizio e negativi in seguito, nello stesso “declino” già segnalato in molti altri studi, riaprono una porta a indagini future aggiungendo in fondo al loro articolo un espressivo «ma…» seguito da alcuni puntini di sospensione e da uno speranzoso punto esclamativo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...