Il cellulare immaginato. Storia di 120 anni fa

Per capire appieno la stranezza della notizia che riporto qui sotto (che per una volta non ha niente a che fare con la ricerca psichica) bisogna ricordare che il telefono, realizzato con apparecchi ingombranti e rumorosi collegati da fili percorsi da una corrente elettrica, fu brevettato per la prima volta in America nel 1876 Continua a leggere

Annunci

Niente poltergeist nell’antichità

Due lettori di un mio precedente post mi hanno fatto osservare che dichiarando l’assenza del poltergeist nell’antichità sarei incorso in un grave errore. A loro avviso, e sulla base di riferimenti a testi di autori classici, anche quel tipo di fenomenologia sarebbe stato noto venti e più secoli fa. Confesso di non essere particolarmente esperto di letteratura greca o latina, per cui dietro questa sollecitazione ho svolto una piccola ricerca storica… Continua a leggere

Perché è nato il poltergeist?

Viene di solito poco notato che, di tutta la fenomenologia “parapsicologica”, il poltergeist è l’unica manifestazione ad aver avuto origine in tempi piuttosto recenti. Completamente sconosciuto nell’antichità – quanto meno nella forma attuale – sembra se ne possano rintracciare le prime orme in alcune narrazioni contenute in opere del sedicesimo secolo che hanno riferito di bizzarre “persecuzioni dispettose” e poco gravi compiute da spiritelli invisibili ai danni soprattutto di giovani donne piacenti e restie. Si trattava di “scherzi” avvertiti nel sentirsi tirare la gonna o la giacca, nell’essere fatte segno al lancio di sassolini o piccole stoviglie, nell’udire sospiri o richiami provenienti dal nulla, nel vedere le sedie allontanarsi da sole e i tavoli – magari pesanti – inclinarsi da un lato; Continua a leggere

Una straordinaria “pittrice medianica”

Sta per andare in stampa un esteso volume sull’arte medianica che raccoglie i contributi sia di chi ha partecipato l’anno scorso a un convegno sul tema organizzato dal CSP, sia di altri specialisti invitati ad aggiungere la loro voce sullo stesso argomento. Numerosi gli “artisti” e i dipinti che vengono esaminati nel testo, che potrà rappresentare una comoda via per approfondire una questione straordinariamente poco discussa negli ultimi anni. Continua a leggere